Distributori Automatici Caffé

 La vita di un gestore di distributori automatici per caffe

distributori automatici roma

Oggi ospito sul sito Venditore Automatico, un articolo che racconta la storia di un amico di Roma, che opera nel settore dei distributori automatici di caffè: Stefano Agostinelli.

Credo che la storia di Stefano Agostinelli possa essere un esempio per molte persone che vogliono intraprendere questa redditizia carriera nel settore dei Distributori Automatici.

A presto,

Stanislao!

 

Quando ho capito che avrei fatto bene a diventare un gestore di distributori automatici a Roma

Un giorno in prima mattinata ero in attesa per una visita di controllo presso una piccola clinica privata, durante l’attesa decido di prendermi un bel caffè per tirarmi un po’ su, non trovando un bar chiedo al personale dove potevo trovarlo, al che mi viene detto che il bar non c’era ma che in fondo al corridoio avrei trovato i distributori automatici di bevande e snack ,mettendomi in guardia sul caffè che non era molto raccomandato.

Una volta giunto davanti al distributore automatico trovo un ragazzo che stava rifornendo i prodotti al suo interno, incuriosito dalla cosa gli chiesi  se  gestire i distributori automatici fosse un bel lavoro, lui sorridendo mi rispose : Sicuramente per il mio capo sì! Per me un po’meno visto che sono il suo dipendente…

Poi gli chiesi se veniva spesso a rifornire in questa clinica privata, e lui mi rispose dicendomi  che veniva a rifornire i distributori automatici  tutte le mattine e che questa clinica era un buon cliente in quanto solo la clinica fatturava circa tre stipendi da impiegato… Detto questo  si congedò dicendomi che doveva scappare via perché la giornata era ancora lunga e doveva servire altri clienti…

Io rimasi lì con il mio caffè di brodaglia e mi son detto: Questi gestori di distributori automatici possono lavorare 15 minuti al giorno per un solo cliente e guadagnare tre stipendi da impiegato, oltretutto vendendo certe “ciofeghe” dal retrogusto alterato !!!

 

Gestire i distributori automatici per bevande e snack

Dopo quasi sette anni di esperienza nella gestione di distributori automatici a Roma oggi posso trarre delle conclusioni.

Ripensando a quei famosi 15 minuti di lavoro credevo che gestire i distributori automatici a roma fosse meno impegnativo, ma poi col tempo quando mi ci sono trovato dentro diventando un professionista del settore ho imparato molte cose, in quanto nonostante il periodo di crisi sono riuscito a crescere velocemente senza grandi sforzi ma con una grande determinazione, il mio primo impegno è stato quello di mettermi nei panni del cliente a non fargli prendere un caffè disgustoso ma al contrario di quello che facevano gli altri decisi di puntare sul servizio e la qualità, decisi di offrire il meglio ai miei clienti trovandomi le torrefazioni che potevano soddisfare il palato di tutti.

Ho conosciuto gestori che per risparmiare un euro su un kg di caffè facevano bere le porcherie ai loro clienti io personalmente volevo offrire il meglio, sfruttando al massimo le potenzialità dei  mie distributori automatici, abbinando le giuste macchine con prodotti selezionati  e molte accortezze nella manutenzione delle stesse, con risultato finale che i clienti stessi mi appagano con i loro complimenti, molti mi sono sentito dire che non credevano che da un distributore automatico potesse uscire un caffè buono come quello dei migliori bar, e grazie a questo passa parola il mio lavoro si è ingrandito in maniera esponenziale dopo 24 mesi di attività avevo già due dipendenti che mi aiutavano a gestire il tutto.

Questo per dirvi che il settore è bello e che nonostante la crisi la concorrenza il lavoro non manca, ma se siete delle piccole realtà come me  il mio consiglio è quello di intraprendere la gestione di distributori automatici  con professionalità e passione , e vedrete che poi le soddisfazioni arriveranno.

Quando vi chiameranno i clienti perché si è bloccato un distributore automatico non dovete correre solamente perché il distributore automatico è fuori servizio e quindi non guadagnate, ma dovete andare dal cliente semplicemente perché dovete dare un servizio.

Questo è il vero spirito di chi gestisce distributori automatici, se siete arrivati  a leggere questo articolo fino a qui probabilmente sarete prossimi ad una gestione delle vending machines, quindi per questo voglio suggerirvi una cosa che non dovete mai fare, ovvero quello di vergognarvi davanti al vostro cliente.

Al contrario dovrete essere orgogliosi di quello che fate e della qualità che proponete.

Se volete altri consigli su come aprire un attività di distributori automatici a Roma non esitate a visitare il mio sito web http://www.distributoriautomaticiroma.rm.it/

 

investire distributori automatici

Potrebbe anche interessarti
distributori automatici caffé
Aziende Distributori Automatici Caffé (parte 2)
aziende distributori automatici caffe
Aziende Distributori Automatici Caffé

Lascia un Commento

Il tuo Commento

Il Tuo Nome*
Il tuo sito Web

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Proseguendo alla navigazione, chiudendo questo banner, cliccando su un link o un pulsante o altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi